Tenno e Rango

“…A me è sembrato di passeggiare in un presepe…”

Questi sì che sono Mercatini di Natale diversi dal solito…particolarissimi!

Non ci sono casette in legno, addobbi luccicanti e colori sgargianti; qui si respira l’aria “oscura” del Natale, uno scenario più povero, meno esagerato di quello che siamo abituati a vedere.

Sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo, quando le festività natalizie si celebravano con quel che si aveva: la fiamma del fuoco per scaldarsi, le case contadine, le pannocchie appese alle finestre e i paioli sempre accesi per cuocere la polenta.

Questo è lo scenario del Natale che si presenta arrivando nei due borghi antichi di Canale di Tenno e Rango, caratterizzati da strutture in pietra, vicoli pedonali in salita e in discesa e soprattutto da vecchie cantine, stalle e soffitte, che durante il periodo natalizio ospitano bancarelle colme di prodotti tipici.

Un’idea davvero originale, che invoglia ad esplorare ogni angolo.

Quando varcavo i numerosi volti in pietra delle cantine, era come entrare in una “grotta”, ogni tanto occorreva addirittura chinarsi…

I prodotti esposti sono quasi tutti di artigianato locale, dai pupazzetti cuciti a mano, ai découpage più disparati, fino ad arrivare ai taglieri in legno e ai presepi intagliati nella corteccia.

A differenza di Canale di Tenno, che ha l’aria di un classico borgo antico, Rango è un vero labirinto: si entra in una “grotta”, come le chiamo io, e  al suo interno ci sono altre diramazioni, che conducono ad altre bancarelle…

A Rango, a volte, sembra realmente di camminare nelle caverne!!

Consiglio di visitare prima il mercatino di Canale di Tenno, che lo si gira tranquillamente in una mattinata e nel pomeriggio recarsi a Rango, che con il buio della sera diventa ancor più suggestivo.

I due luoghi distano tra loro circa 20 minuti di macchina.

Noi abbiamo pranzato lungo la strada, durante il tragitto tra Canale di Tenno e Rango. Abbiamo scelto l’”Agritour Calvola” e siamo rimasti soddisfatti.

Consiglio di visitare questi mercatini per la loro particolarità e la loro atmosfera natalizia “oscura”, ma allo stesso tempo calda e allegra.

Lascia un commento