Milos, noleggio auto e viabilità

…ma qui un giorno sono piovuti i sassi? (Cit.)

Strade e viabilità diventano immediatamente gli argomenti principali, perché in un viaggio a Milos “i trasferimenti” e soprattutto le modalità con cui girare per l’isola, non sono un surplus, ma è quello che contribuisce a dare un’impronta decisiva al viaggio.

A Milos bisogna dimenticarsi della rete stradale italiana, qui sembra di essere su un’isola abbandonata, incolta e dalla natura inospitale. Questa tesi è immediatamente confermata dalle condizioni in cui si trovano le macchine: impolverate, maltenute, graffiate, rumorose… ma questo fa parte del gioco!

L’isola si può girare in diversi modi, dipende dalle aspettative che si hanno rispetto al viaggio. Ci sono pullman che ad orari prestabiliti fanno da spola tra le località più conosciute, c’è il noleggio della macchina, del quad oppure, del motorino.

In base alla nostra esperienza sconsigliamo l’utilizzo motorino, perché secondo noi percorrere certe strade piene di buche e di sassi è pericoloso, inoltre molte volte occorre andare a piedi, lasciando lo scooter lontano dal luogo di interesse. Per chi proprio non ama la macchina, si può valutare l’opzione del quad.

Esplorare Milos equivale a percorrere sentieri sterrati…sterratissimi!

Un giorno siamo rimasti “bloccati” giù da una discesa, la “nostra” Hiunday Getz non riusciva più a percorrere la salita, le gomme slittavano, cigolavano, alzavano un polverone tremendo e dai finestrini entrava un terribile odore di copertone bruciato. Che avventura! Adrenalina a mille, emozioni contrastanti, dubbi, risate…tutto ciò che rende i nostri viaggi qualcosa di estremamente prezioso da conservare nella scatola dei ricordi.

Alla fine ce l’abbiamo fatta e la macchina non ha subito nessun danno, ma ad un certo punto, guardandoci, ci siamo detti “per fortuna abbiamo stipulato l’assicurazione all risk “, a Milos è davvero fondamentale!

A Milos il traffico è praticamente inesistente, spesso eravamo gli unici a percorrere le strade più comuni e stiamo parlando del mese di agosto.

PARCHEGGI

Il parcheggio si trova sempre e ovunque, anche nelle zone di maggiore interesse, dove all’inizio dei paesi ci sono dei grossi parcheggi gratuiti, quindi “don’t worry”.

DISTRIBUTORI DI BENZINA

Ci sono diversi distributori di benzina, dislocati sulle vie principali dell’isola, noi facevamo sempre rifornimento in quelli sulla via che collega Adamas e Pollonia. Il costo della benzina si aggira attorno ai 2 euro al litro, un prezzo folle per noi Italiani, ma resta in linea con il costo della vita sull’isola.

DOVE NOLEGGIARE LA MACCHINA?

Al porto di Adamas ci sono tantissimi “rent a car”. Anzi, oserei dire, ci sono “solo” che “rent a car“. C’è davvero l’imbarazzo della scelta! Noi abbiamo preferito prenotare il noleggio dell’auto direttamente dall’Italia, affidandoci ad “Abbycar”, che una volta arrivati in loco abbiamo scoperto essere all’interno degli uffici Europecar.

Per comodità abbiamo scelto il porto come località di ritiro e riconsegna, evitando inutili avanti-e-indietro fra transfer privati, taxi o pullman.

Il costo del noleggio di un’utilitaria basic (Hunday Getz), per nove giorni, comprensivo di assicurazione totale è stato di 376,60 euro.

Sfatiamo il mito secondo il quale l’eventuale assicurazione per danni al veicolo copre soltanto se il sinistro avviene in alcune parti dell’isola, mentre nelle “zone proibite”, come le chiamano loro, l’assicurazione non risponde. Secondo noi è solo una strategia per indurre il cliente a non percorrere alcuni sentieri meno battuti e di conseguenza usurare meno la macchina. Questo è il nostro personalissimo punto di vista. Non avendo mai letto, in nessuna ricevuta e in nessun contratto, clausole di questo tipo, siamo dell’idea che un’assicurazione copra i danni al veicolo, indipendentemente dal luogo in cui succede l’incidente.

Resta il fatto che per noi la regola numero uno è “agire sempre con buon senso e correttezza e sincerità”, Milos va vissuta!

Lascia un commento