SEYCHELLES BY NIGHT

C’è qualcosa da fare alla sera a Mahé“? Ascoltare il rumore del mare e perdersi nel buio pesto della notte.

Dopo cena ci rilassavamo sulla veranda in comune del nostro appartamento, chiacchieravamo con gli altri ospiti della struttura, ed ascoltavamo il silenzio della notte. Sarei rimasta lì ore e ore, a meditare sul fatto che eravamo un puntino minuscolo in mezzo all’Oceano Indiano. Anche se le strade non sono illuminate, si può comunque fare un giro a Victoria, o ancora meglio a Beau Vallon, sicuramente qualche localino per fare baldoria lo si trova, noi però non ci siamo mai andati.

A La Digue, di movida, ce n’è ancor meno, anzi non ce n’è proprio! Al calare del sole sparisce qualsiasi fonte di illuminazione, subentra il buio totale e l’unica cosa da fare è guardare il cielo stellato. Puntando il naso all’insù mi sentivo completamente circondata dalla volta celeste, era come essere in un punto privilegiato della terra, in cui poter vedere da vicino l’universo.

Qui, una sera, dopo cena, siamo saliti in sella alle nostre biciclette e abbiamo fatto un giro nel buio. Nonostante avessimo la “tikka” in testa, ovvero la classica lucina da esploratore, non si vedeva niente, era come pedalare nel vuoto!! Non c’era nessuno in giro, solo un signore che, incrociandoci, ci ha salutati. L’obiettivo dell’uscita notturna, in realtà, era avvistare qualche pipistrello gigante, ma aimè nessuna traccia!

Lascia un commento